Come diventare travel blogger

Diventare travel blogger e fare soldi mentre si viaggia per il mondo può sembrare un sogno, ma non è qualcosa di impossibile o irrealizzabile. Non vogliamo creare illusioni, nulla è semplice ma è sicuramente qualcosa per cui vale la pena tentare.

Avere successo con un blog di viaggi

All’inizio potrebbe essere difficile guadagnarti da vivere con il tuo blog di viaggio, quindi dovrai avere un reddito, o dei risparmi, costante per farcela fino a quando non inizi ad avere delle buone entrate. Non parliamo di illusioni, acquistare un biglietto di sola andata per iniziare a viaggiare e scrivere un blog, e fare successo senza sacrifici, è impossibile. Questa guida ti mostrerà quanta strada devi fare per ottenere ciò che vuoi.

Se non hai abbastanza soldi per coprire le tue varie fatture e spese, è importante avere un lavoro regolare e stabile mentre stai costruendo il tuo blog di viaggio. Monetizzare un blog di viaggio, richiede tempo, in quanto è qualcosa su cui dovrai lavorare con pazienza, per costruire nel tempo il tuo successo. Una buona base economica serve proprio a questo, avere il tempo per lavorare al tuo progetto, senza demoralizzarsi. Quando risparmi abbastanza denaro, hai più tempo per lavorare a fare ricerche, leggere e scrivere post sul blog.

Se vuoi imparare a scrivere, ti consigliamo di leggere:
Manuale di copywriting e scrittura per il web. Teoria, pratica e strumenti per scrivere meglio

Non ascoltare chi dice che non si guadagna con un sito di viaggi o che competere nella nicchia di viaggio è impossibile, così come battere i blogger più affermati. Chi dice questo non ha impiegato il proprio tempo e i propri sforzi per ottenere successo. Scrivere su un blog non è mai facile, ma sarai ricompensato per tutto il duro lavoro che dovrai fare. Se fare un sacco di soldi con un blog di viaggi fosse facile, molte più persone sarebbero ricche e di successo. Ma non demordere!

Seleziona una nicchia specifica:

Il settore viaggi è una nicchia enorme, per ottenere i migliori risultati possibili, dovrai rivolgerti ad un pubblico specifico. Essere troppo genericiinfatti, ti farà perdere tempo, e di conseguenza denaro, senza portare risultati.

Scegli un argomento specifico: 

Punta ad una destinazione specifica o ad un tipo di turismo specifico. Dal turismo sposrtivo ai viaggi in bicicletta, viaggi di lusso, zaino in spalla, turismo storico o il turismo religioso, per citarne qualcuno. Ti consigliamo di concentrarti su un argomento specifico in modo da poter fare ricerche approfondite, diventare quindi esperto nella tua nicchia e fornire ai lettori informazioni preziose. Chi viaggia è sempre alla ricerca di risposte, e consigli sulle mete prima ancora di partire, e un articolo ben scritto sarà sicuramente in grado di aiutare il tuo utente.

Crea qualcosa di interessante:

Ci sono blogger di viaggio che sono diventati famosi senza alcuna esperienza in marketing o del web in generale; viaggiano semplicemente ovunque e condividono le loro idee sui social network.  L’idea di viaggiare per il mondo senza soldi o visitare luoghi estremamente selvaggi fa gola a molte persone. Ma bisogna anche rendersi conto che sono casi sempre più rari, soprattutto in Italia.

Oggi la vera differenza è la qualità dei contenuti che hai sul tuo blog. Cercare di colpire nella massa non funziona più, soprattutto nei viaggi e con budget ridotti. Sapere cosa scrivere, e come scrivere, è la vera sfida quotidiana che ti attende.

Cosa scrivo nel mio blog di viaggi?

L’industria dei viaggi cambia in base a una serie di diversi fattori, tra cui la crisi finanziaria, i problemi politici o i pericoli del luogo, quindi ciò che è popolare un anno potrebbe essere una scelta sbagliata l’anno successivo. Se non hai esperienza nella nicchia di viaggio, non devi preoccuparti. Scrivere in questa nicchia non è così difficile come può sembrare, ma dovrai usare il buon senso nel cercare una buona idea su cui valga la pena scrivere.

Ricerca gli argomenti da trattare

Il 2019 non è certamente stato l’anno migliore economicamente per la maggior parte dei paesi, senza entrare troppo nei singoli problemi di ogni paese, questa situazione non sembra che cambierà molto presto. I viaggiatori quindi cercano opzioni di viaggio con un budget limitato. Ci sono alcune destinazioni che sono più sicure da visitare rispetto ad altre, e da qui inizia il tuo lavoro. Aiutare quei viaggiatori a trovare la loro meta ideale.

Vai su Google e digita “migliori destinazioni 2020”, clicca sul primo link “Lonely Planet”. Come puoi vedere ci sono diverse destinazioni suggerite per una vacanza nel 2020, limitiamoci a scegliere le top 10 città. Prendiamo come esempio Novi Sad, e grazie a strumenti tipo ubersuggest possiamo studiare maggiormente i termini di ricerca. Puoi notare come la ricerca Novi Sad ha una bassa concorrenza, un buon CPC e un numero di ricerche mensili. Ora “giocando” un poco con Ubersuggest, verifichiamo la concorrenza, e i suggerimenti per le parole chiave da cui trarre nuovi contenuti.

Questo è un buon modo per capire da dove iniziare, e trovare nuove idee per il tuo sito di viaggi.

Leggi anche i migliori plugin WordPress per i siti di viaggi.

Che blog sviluppare?

Ci sono due tipologie più o meno distinte di blog di viaggi. Ci sono blogger che creano i journal blog. Questi blogger di solito parlano delle loro avventure, descrivendo il percorso di viaggio che prendono, condividendo immagini e video. Il problema più grande con questi tipi di blog, è che devi sempre continuare ad aggiornare i contenuti, o la maggior parte dei lettori smetterà di visitarti dopo che il tuo viaggio sarà terminato. Capisci bene quanto questo tipo di blog sia dispendioso e non adatto a tutti.

Il secondo tipo di blogger, crea invece articoli informativi. Dalle guide sui luoghi da visitare, ai consigli ai turisti e via dicendo. Si inizia a scrivere dei luoghi in cui si vive o di una singola destinazione conosciuta, e si prosegue con altri articoli. I contenuti tenderanno a vivere molto più a lungo, e di conseguenza verranno visti da più persone sul blog. La difficoltà maggiore è di evitare che gli articoli siano noiosi e privi di personalità.

Se vuoi fare il passo giusto e vuoi seriamente diventare travel blogger, dovrai combinare entrambi i metodi e stabilire una connessione reale con i tuoi lettori e lasciare che la tua personalità si ripecchi nel modo di scrivere i tuoi post. Dovrai anche assicurarti che i tuoi post offrano informazioni reali e che possano aiutare i turisti a scegliere dove andare.

Consigli per scegliere la giusta nicchia:

  • Scrivi sempre qualcosa che ti interessa. Se scegli un argomento che non ti piace o che non conosci, la qualità dei tuoi contenuti non sarà molto buona.
  • Ricerca la competizione. Non dovresti preoccuparti della competizione nella tua nicchia se vuoi avere successo a lungo termine, ma anzi dovresti sfruttarli a tuo vantaggio. Studia i tuoi competitor e cerca le loro mancanze. Iscriviti alle newsletter e studia il loro modo di comunicare.
  • Argomenti interessanti. Assicurati che ci sia abbastanza materiale nella nicchia in cui vorrai scrivere. Le destinazioni o i temi che tratterai hanno volume di ricerca? Suscitano interesse?

Conclusione

Diventare un blogger di viaggi e fare soldi viaggiando in tutto il mondo è ancora possibile, ma dovresti vederlo come un business. Creare un pubblico che ti segue non è facile, ma con costanza il tuo lavoro darà i suoi frutti.

Sei pronto a scrivere? Raccontaci la tua esperienza o i tuoi obiettivi nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *