Autunno: il periodo perfetto per un viaggio nel deserto!

viaggio nel deserto

Autunno: il periodo perfetto per un viaggio nel deserto!

L’arrivo dell’autunno è ormai vicino, perciò oggi vogliamo suggerirvi e parlarvi di un viaggio ideale per i mesi autunnali ed alternativo alle destinazioni balneari che vi abbiamo proposto finora, perché è anche vero che c’è chi dell’estate e del mare non ne può più!

Questa volta abbiamo pensato soprattutto a chi viaggia per scoprire il mondo e le sue bellezze e vogliamo proporre un viaggio diverso dalla solita vacanza rilassante ma decisamente più affascinante ed emozionante: un viaggio nel deserto alla scoperta di antiche culture e tradizioni tra alte dune di sabbia dorata, dromedari, accampamenti nomadi e un cielo super stellato!

I deserti nel mondo sono tanti e si trovano in vari Paesi, dal Messico al Colorado, dalla Bolivia all’Australia, ma oggi vogliamo concentrarci sul deserto più grande del mondo, il deserto del Sahara, e i Paesi del Nord Africa toccati da questa immensa ed estesa area desertica.

Ma prima di proseguire bisogna sfatare un mito che riguarda il clima,

così da spiegarvi il perché abbiamo puntato su queste destinazioni

come possibili mete autunnali!

Quando si parla di deserto infatti, le prime cose che balzano nella mente sono il caldo insopportabile, l’assenza di acqua e l’escursione termica, ma è davvero sempre così?

Vi assicuriamo di no ed eccovi le risposte:

  • Le temperature possono toccare anche i 50 °C, ma da Giugno a Settembre.
  • L’escursione termica abbassa drasticamente la temperatura in pochi secondi, ma questo non vuol dire che la notte vada sotto lo zero
  • L’assenza d’acqua è dovuta all’aridità del terreno ma, anche se raramente e di breve durata, il deserto del Sahara ha visto anche la pioggia e la neve.

 

Quando andare nel deserto del Sahara?

Dunque abbiamo appena detto che effettivamente in estate le temperature diurne sono molto elevate.

In inverno invece il clima è mite e piacevolmente caldo, ma la sera può fare abbastanza freddo da toccare i 5 °C.

Le due stagioni intermedie, primavera e autunno, sono quindi i due momenti migliori per avventurarsi in questo tipo di viaggio, grazie alle loro temperature notturne miti e piacevoli, che durante il giorno diventano calde ma non eccessive come in estate, da affrontare comunque bevendo tanta acqua e adottando le giuste precauzioni per il sole.

Quale deserto scegliere?

La maggior parte di voi sta già immaginando il deserto come un’enorme distesa di sabbia e dune, il che è anche vero ma non del tutto!

Prima di arrivare nella tanto attesa e immaginata zona sabbiosa, il cui nome è Erg, attraverserete lunghe distese desertiche, km e km di strada circondata solo da paesaggi naturali e nessuna traccia di alcuna forma di vita. Ebbene sì, vi trovate già all’interno del deserto del Sahara ma state attraversando le zone hammada e serir, rispettivamente quelle rocciose e ghiaiose.

Fatta questa premessa, è chiaro che per trascorrere una magica notte nel deserto quello più indicato è un deserto di sabbia e dune, raggiungibile esclusivamente sul dorso di un dromedario o in quad, nel quale sorgono diversi accampamenti nomadi dove poter pernottare.

Ecco a voi i deserti che vogliamo suggerirvi per un viaggio di questo tipo:

Erg Chebbi in Marocco, con dune che possono raggiungere i 150 metri di altezza, e si estende per circa 20 chilometri. Il centro abitato più vicino dista circa 60 chilometri ed è Erfoud.

Cerca i migliori voli per Marrakech

Erg Tihodaine in Algeria, tra affascinanti paesaggi di dune, e le imponenti montagne di arenaria dalle mille forme scoprirai luoghi unici, vallate ricche di vegetazione e sorgenti d’acqua nascoste nei canyon.

Scopri i migliori voli per Tamanrasset e Algeri

Grande Erg in Tunisia, è la parte centrale del deserto del Sahara, la varietà dei venti con gli alisei durante l’intera estate, e i venti ciclonici nel resto dell’anno danno vita a dune uniche a forma di stella, imperdibile.

Trova i voli per Monastir

Evita di intraprendere questo viaggio in totale autonomia, rivolgiti ad una delle tante agenzie locali presenti in loco o affidati a GetYourGuide, leader mondiale per i tour guidati, qui di seguito alcune proposte scelte per te:

5 curiosità sul deserto del Sahara

  1. Nel deserto il vento soffia spesso, i più conosciuti sono Harmattan e Khamsin.
  2. L’animale simbolo del deserto del Sahara è il dromedario, erroneamente confuso con il cammello che invece ha due gobbe e vive in Cina e Mongolia.
  3. Il Sahara è in realtà ricco di oro, diamanti, platino e petrolio, tutti presenti nel sottosuolo.
  4. Le famose rose del deserto sono in realtà formazioni e agglomerati di gesso scolpiti dal vento che assumono le sembianze delle rose.
  5. Il tè è la bevanda più diffusa nel deserto, ciò potrebbe sembrare strano ma in realtà è un ottimo alleato contro la disidratazione.

Ora che avete una manciata di informazioni generali e

un’idea più precisa su dove trascorrere una notte nel deserto,

lo staff di GoandGo vi augura buona scelta e buon viaggio!

Tags:, , , , ,

Commenti Articolo

Commenta per primo “Autunno: il periodo perfetto per un viaggio nel deserto!”